Sarà un Festival di Sanremo senza pubblico e senza manifestazioni collaterali. Questo è ciò che emerge da quanto riporta l’Ansa, riassumendo la sostanza del protocollo disegnato dalla Rai per lo svolgimento in sicurezza del Festival di Sanremo. Il documento sarà inviato domani al Cts e pare risolvere il nodo cruciale che tante polemiche aveva alimentato negli ultimi giorni. Nessuna soluzione alternativa o concessione straordinaria per il Festival di Sanremo 2021, che in linea con il DPCM e le misure di prevenzione per evitare la diffusione del coronavirus, andrà in scena senza pubblico in sala. La decisione finale è arrivata al termine di una riunione con il Direttore Artistico Amadeus, in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari.

Vietati anche gli eventi collaterali al Festival.

Non solo divieto di ingresso al pubblico, ma stop a tutti gli eventi legati al Festival che si svolgono all’esterno del teatro. La conclusione cui si è giunti è che la manifestazione, prevista dal 2 al 6 marzo, debba concentrarsi esclusivamente sull’evento serale al Teatro Ariston. Per questa ragione, oltre alla sala vuota del Teatro Ariston, non saranno contemplati nemmeno tutti gli eventi collaterali al Festival, che di fatto animano tradizionalmente la città di Sanremo per un’intera settimana.