Facebook toglierà il tasto “Mi piace” dalle pagine, arriva il “Segui”

Facebook ha deciso di cambiare pelle alle pagine, semplificandone la struttura e nel contempo ampliando le funzionalità per i creatori di contenuti e per i personaggi pubblici che fanno uso del social network. La novità più importante è che dalle pagine sparirà il tasto “Mi piace” e comparirà quello di “Follower” o qualcosa di simile.

La revisione delle pagine di Facebook nasce probabilmente dalla necessità della piattaforma social di dare a questo strumento un’interattività maggiore. Quasi tutti le modifiche tendono infatti ad aumentare la partecipazione degli utenti e soprattutto a rendere più visibili i contenuti delle pagine.

Via il “Mi piace”.

Le pagine avranno un news feed dedicato e approfondimenti e notifiche più rilevanti rispetto a quanto accade adesso, oltre a una struttura grafica più intuitiva, che permetterà anche di navigare facilmente tra il profilo personale di un amministratore o di un personaggio a cui la pagina fa riferimento e quello della pagina stessa.

Il cambiamento più grande e visibile, anche per l’impatto social che produce, è l’eliminazione del tasto “Mi piace” dalla pagina. Facebook ha detto che si concentrerà sui “Follower”scrivendo chiaramente che “a differenza dei ‘Mi piace’, i ‘Follower’ di una pagina rappresentano le persone che possono ricevere aggiornamenti dalle pagine, il che aiuta a dare alle figure pubbliche un’indicazione più forte della loro base di fan.”

Non è escluso che questa scelta serva anche a depotenziare la semantica della locuzione “Mi piace” per permettere di seguire anche personaggi che non sono graditi da un utente, ma dei quali intende conoscere gli aggiornamenti social. Uno scenario che ben si sposa nel caso di un personaggio politico, per esempio.

Sarà cambiata anche la gestione dei permessi di accesso degli amministratori, che avranno vari livelli per gestire attività specifiche, tra cui Insights, Ads, la Community e i contenuti e i Messaggi.

La distribuzione delle nuove Pagine avverrà gradualmente nel corso dei prossimi mesi.